Un nomadismo forzato

7,00

Attraverso la biografia dell’autore (Adem) e della sua famiglia raccontata a Kristin Jenkins viene affrontato il tema dell’emigrazione dal Kosovo in Italia a seguito dei traumatici mutamenti politici legati alla fine del regime di Tito in Jugoslavia.

Svuota

Descrizione

Scarica la preview, clicca qui.

Attraverso la biografia dell’autore (Adem) e della sua famiglia raccontata a Kristin Jenkins viene affrontato il tema dell’emigrazione dal Kosovo in Italia a seguito dei traumatici mutamenti politici legati alla fine del regime di Tito in Jugoslavia.

Le esperienze raccolte sottolineano il dramma dell’abbandono della patria natìa e le difficoltà di integrazione nella nuova, resa ancor più difficile a causa dell’apparteneza all’etnia Rom. L’arrivo a Firenze diventa quindio una salvezza dalla guerra ma nel contempo espone ad altre situazioni drammatiche legate alla vita nei campi nomadi.

Compendi che arricchiscono ulteriormente l’opera sono la cronaca di un viaggio in Serbia di Kristin Jenkins ed una raccolta di poesie rom.

Attualmente la famiglia Bejzak risiede a Firenze in una casa.

Informazioni aggiuntive

Type

E-Book, Rilegato