Quanti sono i Facchini

[vc_row margin_top=”0″ margin_bottom=”0″ full_width=”” padding_left=”0″ padding_right=”0″ animation=”” type=”” bg_color=”” bg_position=”top” bg_repeat=”no-repeat” bg_cover=”false” bg_attachment=”false” padding_top=”0″ padding_bottom=”0″ enable_parallax=”” parallax_speed=”0.1″ bg_video_src_mp4=”” bg_video_src_ogv=”” bg_video_src_webm=”” bg_type=”” parallax_style=”” bg_image_new=”” layer_image=”” bg_image_repeat=”” bg_image_size=”” bg_cstm_size=”” bg_img_attach=”” parallax_sense=”” bg_image_posiiton=”” animation_direction=”” animation_repeat=”” video_url=”” video_url_2=”” u_video_url=”” video_opts=”” video_poster=”” u_start_time=”” u_stop_time=”” viewport_vdo=”” enable_controls=”” bg_override=”” disable_on_mobile_img_parallax=”” parallax_content=”” parallax_content_sense=”” fadeout_row=”” fadeout_start_effect=”” enable_overlay=”” overlay_color=”” overlay_pattern=”” overlay_pattern_opacity=”” overlay_pattern_size=”” overlay_pattern_attachment=”” multi_color_overlay=”” multi_color_overlay_opacity=”” seperator_enable=”” seperator_type=”” seperator_position=”” seperator_shape_size=”” seperator_svg_height=”” seperator_shape_background=”” seperator_shape_border=”” seperator_shape_border_color=”” seperator_shape_border_width=”” icon_type=”” icon=”” icon_size=”” icon_color=”” icon_style=”” icon_color_bg=”” icon_border_style=”” icon_color_border=”” icon_border_size=”” icon_border_radius=”” icon_border_spacing=”” icon_img=”” img_width=”” ult_hide_row=”” ult_hide_row_large_screen=”” ult_hide_row_desktop=”” ult_hide_row_tablet=”” ult_hide_row_tablet_small=”” ult_hide_row_mobile=”” ult_hide_row_mobile_large=””][vc_column width=”1/1″ animation=””][vc_empty_space height=”50px”][vc_column_text css_animation=”” css=”.vc_custom_1439288514681{padding-right: 20px !important;padding-left: 20px !important;}”]

QUANTI SONO I FACCHINI

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”15px”][dt_fancy_separator separator_style=”thick” separator_color=”accent” el_width=”10″][vc_empty_space height=”50px”][vc_column_text css_animation=””]

I Facchini che iniziano il trasporto della macchina sono 113, divisi secondo ruoli ben specifici:

  • 63 CIUFFI: Sono coloro che si trovano sotto la base della macchina. Ogni fila è composta da 9 portatori;
  • 16 SPALLETTE FISSE: Si posizionano ai lati lunghi della base e rimangono per tutto il trasporto;
  • 12 STANGHETTE: Si posizionano ai lati corti della base e rimangono per tutto il trasporto;
  • 22 SPALLETTE AGGIUNTIVE: Si innestano ai lati delle spallette fisse ove il percorso ne concede il passaggio.

Nel tratto finale, da Piazza Verdi al Santuario di Santa Rosa, vista la notevole pendenza, si aggiungono rinforzi:

  • 20 LEVE: Si innestano dietro a prolungare le stanghette posteriori solo nel tratto finale del percorso;
  • 30 CORDE: Si innestano anteriormente con funzione di traino. Come le leve, si aggiungono solo nel tratto finale del percorso;

Lungo tutto il percorso i portatori sono supportati da ulteriori gruppi:

  • 6 CAVALLETTI: Facchini che si occupano dell’inserimento dei supporti sotto la base che permettono le soste durante il percorso;
  • RISERVE: Sono facchini pronti a subentrare in caso di infortunio di qualche sodale;
  • STAFF MEDICO: Necessario per prestare soccorsi e valutare la condizione di ogni portatore ad ogni sosta;
  • ADDETTI AL TRASPORTO: Sono un numero variabile di facchini che non portano più la macchina ma mettono al servizio degli altri la loro esperienza per guidarli lungo le strette vie cittadine.

La Macchina è preceduta dal presidente del Sodalizio e dal Capofacchino che guida il trasporto.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Condividi :