Cos’è il Sodalizio

[vc_row][vc_column][vc_empty_space height=”50px”][vc_column_text css_animation=”” css=”.vc_custom_1439287396339{padding-right: 20px !important;padding-left: 20px !important;}”]

COS’E’ IL SODALIZIO

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”15px”][dt_fancy_separator separator_style=”thick” separator_color=”accent” el_width=”10″][vc_empty_space height=”50px”][vc_column_text css_animation=””]

Nel 1978 i portatori della Macchina decisero di costituire il Sodalizio Facchini di Santa Rosa; in seguito al riconoscimento dello statuto, il Comune di Viterbo concesse loro una sede all’interno di un palazzetto antico sito nel quartiere medievale di San Pellegrino, adibito parzialmente a sede del Museo.

La nascita del Sodalizio ha permesso ai facchini stessi di migliorare anche nell’organizzazione interna rispetto alla divisione dei compiti e delle responsabilità per quel che riguarda sia il trasporto della macchina sia le attività collaterali in programma nel resto dell’anno.

Gli sforzi messi in campo negli anni hanno portato all’importante traguardo del riconoscimento come patrimonio immateriale dell’UNESCO, arrivato nel dicembre 2013, ottenuto con costituzione della “Rete delle grandi macchina a spalla” insieme con i Gigli di Nola, i Candelieri di Sassari e la Varia di Palmi.

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Condividi :